All´Ospedale Per Il Tonno, allarme alla Coop

07/02/2011


Sabato sera si era pensato inizialmente che i problemi riguardassero solo il tonno venduto già tagliato e confezionato nelle vaschette bianche in piazza Leopoldo. Gli uomini della Asl e i carabinieri, infatti, hanno trovato un guasto a un banco frigo. Il termostato indicava una temperatura di 4 gradi (adeguata per la conservazione) mentre quella reale era di 19 gradi. Poi si è scoperto che almeno due persone avevano mangiato il pesce acquistato direttamente alla pescheria di del negozio di Sesto Fiorentino, dove avevano affettato il pesce per il cliente. Così da Unicoop invitano tutti i clienti a non consumare il tonno ma a riportarlo dove lo hanno acquistato. Verranno tutti rimborsati.
Carabinieri del Nas e azienda sanitaria, intanto, hanno sequestrato trenta chili di prodotti ittici, quelli che stavano nel frigorifero del supermercato di piazza Leopoldo. La stessa Coop sta cercando di contattare attraverso gli scontrini tutti i clienti di quel punto vendita che hanno acquistato confezioni sospette. Dai controlli effettuati risulta però che lo stesso fornitore distribuisse più negozi della catena.
Delle otto persone che si sono presentate a Careggi, per nessuna è stato necessario il ricovero. Hanno avuto sintomi come tachicardia, sfoghi cutanei, mal di stomaco, cioè di tipo allergico. Nel tonno mal conservato, infatti, alcuni micro organismi producono istamina, la sostanza responsabile delle crisi allergiche. I medici del pronto soccorso hanno curato le persone, arrivate tutte dalle 21 in poi, con antistaminici e cortisonici.