Alle librerie Feltrinelli riparte la protesta

10/05/2006
    mercoled� 10 maggio 2006

    Pagina 16 – Economia & Lavoro

    SCIOPERO

      Alle librerie Feltrinelli riparte la protesta

        Feltrinelli tace e i suoi dipendenti riprendono gli scioperi. Dopo una prima tornata di agitazioni a sostegno della trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale si profila una nuova tornata di proteste.

        Si ricomincia da Milano, dove domani pomeriggio i lavoratori delle librerie Feltrinelli sciopereranno e alle 18,30 parteciperanno a un presidio davanti al punto vendita di piazza Piemonte contemporaneamente alla presentazione dell’ultimo libro di Aldo Nove che, guarda caso, affronta il tema della precariet� del lavoro. �Se la Feltrinelli vuole parlare di lavoro – spiega un comunicato sindacale – lo faccia con i propri dipendenti�.

        I nodi della vertenza contrattuale sono rimasti gli stessi che avevano ispirato la prima serie di scioperi: la proposta aziendale � stata infatti bocciata in tutte le assemblee di tutti i negozi d’Italia, sottolineano i rappresentanti dei circa 1.500 lavoratori, dove sono state ribadite le richieste gi� avanzate ai vertici della Feltrinelli: tutela delle condizioni e degli orari di lavoro, adeguamenti salariali, programmi di formazione, trasparenza sulle modalit� di calcolo e distribuzione del premio variabile, maggior coinvolgimento delle Rsu nell’organizzazione del lavoro, armonizzazione del trattamento dei dipendenti, attualmente diversificato per punto vendita. Finora, lamentano i lavoratori, l’azienda non ha fornito alcuna risposta a queste richieste ma si � limitata a spiegare che la proposta avanzata �rappresenta le migliori condizioni possibili�.

        Di qui la decisione di mantenere lo stato di agitazione, che adesso sembra destinato a sfociare in una nuova serie di scioperi a livello nazionale.