All Computer in liquidazione, comunicato sindacale 21/09/2012

Roma, 25 settembre 2012

Oggetto: richiesta incontro urgente ALL COMPUTER (Auxilium Group)

vi alleghiamo, al fine di fornire alle strutture coinvolte un tempestivo aggiornamento della situazione, la richiesta di incontro inviata al liquidatore di ALL COMPUTER, indicatoci il 21 settembre scorso, in occasione di un incontro effettuato dalla Filcams Roma Lazio con i consulenti dell’Azienda.
A tal fine, vi inviamo in allegato il comunicato della struttura che dà conto di quanto emerso dal suddetto incontro.
In attesa di un tempestivo riscontro da parte del liquidatore, vi rinnoviamo l’invito a segnalare alla struttura nazionale ogni informazione utile alla gestione dell’incontro.

p. la Filcams nazionale
Giuliana Mesina

Roma, 24 settembre 2012

                              Spett. le
                              ALL COMPUTER in liquidazione

                          Alla c.a. del liquidatore
                          Andrea Marcoaldi

                              ufficioliquidazione@allcomputer.it

                          Ai consulenti
                          Avvocato Ballone
                          Dott.ssa Spigone
                          info@studioballone.it

    Oggetto: All Computer in liquidazione : richiesta incontro URGENTE

    Facciamo seguito alle reiterate richieste di incontro inviate dalle nostre strutture territoriali per chiedere urgentemente un incontro di livello nazionale per un confronto in merito alla insostenibile situazione dei dipendenti ALL COMPUTER, che dal maggio scorso non percepiscono la retribuzione e vedono in grave pericolo la propria stabilità occupazionale.

    Restiamo in attesa di un vostro sollecito riscontro, invitandovi a contattarci al più presto al 347 4830251 al fine di concordare una data utile.

    Nel frattempo, in mancanza di riscontro, ci riserviamo di intraprendere tutte le iniziative, sindacali e legali, che riterremo necessarie alla tutela dei lavoratori.

    Distinti saluti.

    p. la Filcams CGIL Nazionale
    Giuliana Mesina

    Roma, 21/09/2012

    COMUNICATO SINDACALE SITUAZIONE AZIENDALE ALL COMPUTER SRL



    La scrivente O.S. a seguito di reiterate e insistenti richieste di incontro con l’Azienda (alle quali non è mai giunta risposta aziendale) in merito alla mancata corresponsione delle mensilità e al futuro occupazionale dei lavoratori è a dichiarare quanto segue:

    in data odierna si è tenuto un incontro, in sede sindacale, con la consulente Dott.ssa Elisa Spigone (qualificatasi verbalmente come rappresentante del liquidatore Andrea Marcoaldi).
    La scrivente O.S. ha richiesto di avere un quadro completo ed esauriente della situazione dell’azienda, segnalando la difficilissima situazione in cui versano i lavoratori a cui non viene corrisposta la retribuzione mensile dal maggio u.s., e sottolineando che il comportamento anomalo dell’azienda e la mancanza di comunicazioni degli ultimi mesi hanno contribuito al generarsi di fraintendimenti e uno stato di confusione e agitazione tra i dipendenti.
    La Dott.ssa Spigone a seguito delle nostre richieste ha fornito le seguenti dichiarazioni:

      -il 30 agosto il consiglio di amministrazione ha deliberato l’avvio delle procedure per la messa in liquidazione di All Computer srl a causa del protrarsi dello stato di crisi dell’azienda stessa;
      -il liquidatore nominato è il sopracitato Sig. Andrea Marcoaldi;
      -che il liquidatore è intenzionato ad affettuare (qualora ce ne siano le condizioni e un soggetto interessato) una procedura di affitto di ramo di azienda ai sensi dell’ex art 47 legge 428/90 di parte di lavoratori di All Computer;
      -che il liquidatore intende utilizzare la liquidità derivante dall’affitto per ripianare i debiti con i lavoratori dovuti alla mancata corresponsione delle mensilità da maggio 2012, compresa la quattordicesima;
      -che il liquidatore ha avviato una trattativa inerente l’affitto di ramo d’azienda, con la società ACS srl che si è conclusa negativamente a causa della richiesta della stessa di non effettuare i passaggi dei lavoratori secondo le procedure previste dalla normativa vigente;
      -che il liquidatore intende convocare al più presto le OO.SS. per avviare il confronto sulla procedura di affitto di ramo d’azienda;
      -che il liquidatore sta valutando altre offerte per l’affitto del ramo d’azienda di cui ai punti precedenti;

    La scrivente O.S è a precisare che non comprende quale possa essere il ramo e richiede fortemente l’urgenza di un incontro urgente al fine di affrontare non solo la tematica affitto ramo d’azienda ma anche la tempistica e modalità di corresponsione completa dei pregressi ed è altresì a dichiarare la propria indisponibilità ad effettuare alcun accordo di deroga alla normativa sull’affitto di ramo d’azienda, come specificato nella diffida già inviata il 17 settembre u.s..
    La dottoressa Spigone ha espresso la sua impossibilità alla firma di un verbale di incontro, pertanto le parti si sono accordate per un successivo incontro alla presenza del liquidatore.