Alessandria. Cassa integrazione per gli addetti di Carlo Calzature

26/03/2003




                  SI TEMONO 45 ESUBERI
                  Cassa integrazione per gli addetti di Carlo Calzature

                  26/3/2003

                  ALESSANDRIA. Ad aprile gran parte del personale della «Carlo Calzature», in crisi da un paio di mesi, sarà collocato in cassa di integrazione speciale. «Si è convenuto di iniziare questo percorso – dice Bruno Pasero della Filcams Cgil – considerata la situazione preoccupante specie per il personale di sede. Si teme infatti l´esubero di 45 addetti». Il sindacato fa sapere che, negli incontri con la proprietà, sono scaturite tre novità: presentazione del concordato preventivo, in attesa di omologazione, davanti al tribunale; offerta, da concretizzarsi, di un´azienda del settore per acquisire 26 dei 39 negozi; verifica per la possibile cessione del gruppo ad altra società. «In questo quadro – aggiunge Bruno Pasero – abbiamo ribadito la necessità di un costante aggiornamento sull´evoluzione della crisi con particolare riferimento agli sviluppi sulla procedura concorsuale e su eventuali acquisizioni».

                  e. c.