Ales, esito incontro 29/09/2014

TESTO UNITARIO

Si è tenuto il previsto incontro con Ales per avviare la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo già scaduto ed in particolare per definire i criteri di erogazione del premio di produttività. Facendo seguito all’accordo siglato il 25 novembre 2013, all’intesa del 30 aprile 2014, alla successiva discussione avvenuta nel corso dell’incontro del 21 luglio 2014 ed in riferimento ai lavori prodotti dalla commissione bilaterale Rsa e responsabili aziendali sulle modalità e sui criteri di erogazione del premio di produttività e sui profili professionali che, fatte salve le declaratorie previste dal Contratto collettivo nazionale del Terziario, dovranno migliorare la posizione lavorativa di ognuno in ragione delle competenze acquisite o di quelle che potrebbero acquisire attraverso percorsi formativi perfezionati dalla società attraverso la formazione finanziata dai Fondi interprofessionali.

Nell’avviare la discussione sulla bozza dell’accordo integrativo, sono state fatte delle puntualizzazioni da parte delle organizzazioni sindacali sulla mancata erogazione del premio relativo all’anno 2013 essendo stata destinata nel bilancio 2013 la somma di 200.000,00 per la quale si era definito un percorso che doveva vedere la definizione dei criteri basati sul miglioramento dell’efficienza dei servizi rsi da Ales per conto del Ministero dei beni culturali. Nell’incontro di luglio non furono stabilite le modalità e la somma accantonata nel bilancio 2013 , dopo approfondita discussione, oggi la società ha comunicato che rimane nella disponibilità delle risorse per il rinnovo del contratto integrativo relativo ai prossimi 3 anni.

La società ha precisato nel corso dell’incontro che, in un’ottica di incrementare l’efficienza dei servizi, è necessario ottimizzare le professionalità acquisite con l’esperienza attraverso il riconoscimento del passaggio di livello dal 5 al 4 ed un’ indennità mensile, come extra assorbibile da futuri miglioramenti economici, ai 5 livelli che hanno maturato una determinata anzianità aziendale. Sulla questioni come organizzazioni sindacali abbiamo espresso la nostra posizione che l’indennità, da erogare ai lavoratori che hanno i requisiti, non vada ad intaccare i superminimi concessi a seguito del passaggio dal contratto dei metalmeccanici a quello del terziario.

In sostanza tale avanzamento di livello per alcuni ed il riconoscimento economico per altri potrà essere fatto solo mantenendo i super minimi o premi derivanti dalle armonizzazioni contrattuali e fermo restando la questione della somma accantonata per il bilancio 2013 e non erogata che verrebbe messa a disposizione del rinnovo ma solo per sanare le diverse criticità legate ad una mancato e corretto inquadramento economico.

Considerato che lo stato del confronto necessita di un approfondimento con il coordinamento delle Rsa ed una valutazione su quanto discusso si è convenuto di proseguire la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo nelle giornate del 21 ottobre 2014 alle ore 10,00 ed il 27 ottobre 2014 alle ore 15,00 presso la sede della Fisascat Cisl in via dei Mille 56.

                  p. la Filcams Cgil Nazionale

Danilo Lelli