Ales, esito incontro 03/06/2013

Roma, 5 giugno 2013

Testo Unitario

Si è tenuto il 03/06/2013 il previsto incontro con la società Ales ed il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dove, in rappresentanza del Direttore generale, Dott.ssa Anna Maria Buzzi, ha partecipato il Dott. Guido che ha argomentato la decisione del Ministero sulla mancata erogazione del premio di produttività 2012 da parte di Ales a causa di tagli lineari effettuati dal Ministero dell’economia che hanno prodotto una diminuzione ed una conseguente rimodulazione del contratto di servizio con Ales di 133.000,00 euro.

Le Organizzazioni sindacali hanno stigmatizzato la decisione del Ministero che ha disatteso gli impegni assunti sia nell’approvazione del piano di sviluppo di Ales sia nell’assegnazione delle risorse economiche per le attività dei progetti per gli anni 2013 – 2014.

I lavoratori, a fronte della decurtazione economica operata sul contratto di servizio di Ales, che ha provocato il blocco dell’erogazione del premio di produttività previsto dall’accordo siglato il 17 dicembre 2012, ed in linea con il contratto integrativo aziendale esprimono grande preoccupazione per il consolidamento dei livelli occupazionali che dovrà prevedere l’assunzione a tempo indeterminato di 75 lavoratori ex Mirabilia che attualmente sono assunti a tempo determinato e per i quali, sia il Ministero che Ales, si sono impegnati a trasformare alla prossima scadenza di novembre 2013.

Si precisa comunque che, a parte qualche chiarimento da parte del Ministero, non sono pervenute all’incontro certezze sui tempi di erogazione del premio di produttività e dei buoni pasto.

Pertanto, le Organizzazioni sindacali unitamente al coordinamento presente hanno deciso di ribadire la richiesta di incontro al Ministero per i Beni e le Attività Culturali precisando che, se non arriverà la data di convocazione dell’incontro richiesto, nella giornata del 11-6-2013, si svolgerà un sit-in con autoconvocazione di una assemblea davanti al Ministero in Via del Collegio Romano, 27.

L’incontro è proseguito con la direzione di Ales che ha visto la firma dell’accordo sulla detassazione 2013 e la presentazione di una proposta per il nuovo coordinamento di Ales che vede il numero dei componenti salire a 18 per consentire una partecipazione attiva dei lavoratori che provengono dalle tre società.

Abbiamo, infine, chiesto di fissare un incontro ad hoc con Ales per rivedere la parte dell’accordo integrativo aziendale sulle relazioni sindacali, compreso il coordinamento nazionale e l’avio della commissione paritetica ambiente e sicurezza.

Si allega la richiesta di incontro inviata al Ministero in data odierna.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Danilo Lelli