Albi, per l’accesso serve il tirocinio

30/03/2006
    gioved� 30 marzo 2006

    Pagina 33 – Professioni

      Albi, per l’accesso serve il tirocinio
      Dal consiglio dei ministri l’ok definitivo alla riforma del Miur per l’iscrizione agli ordini professionali. Da sei mesi a un anno in studio prima di fare l’esame di stato

        di Ignazio Marino

          La riforma dell’accesso agli ordini professionali e i relativi esami di stato taglia il traguardo. Il regolamento del Miur � stato approvato ieri in via definitiva dal consiglio dei ministri. Per partecipare all’esame di stato, utile per iscriversi all’albo, quindi, sar� necessario aver compiuto un periodo di pratica che va dai sei mesi a un anno. Con l’ampliamento delle classi di laurea, il tirocinio professionalizzante servir� a selezionare meglio i futuri professionisti. Per questo motivo il dpr del ministero riscrive le coordinate del praticantato. Che dovr� essere svolto in modo continuativo e sotto la supervisione di un tutor iscritto all’albo da almeno cinque anni. Ancora, potr� essere svolto in tutto o in parte durante gli studi attraverso le convenzioni che gli ordini stipuleranno con le universit� entro i limiti stabiliti dai ministeri dell’istruzione e della giustizia. Novit� anche per gli esami di abilitazione. Che saranno svolti in maniera pi� trasparente e con regole pi� omogenee su tutto il territorio nazionale. Per il ministro dell’istruzione Letizia Moratti la riforma porter� �professionisti pi� qualificati a tutela degli interessi dei cittadini’. Mentre per il sottosegretario Maria Grazia Siliquini il dpr �potenzier� il raccordo tra formazione e lavoro’. Vediamo meglio casa cambia.

            Consulenti del lavoro
            Gli aspiranti professionisti , oltre al percorso classico del diploma di maturit� e un periodo di pratica in studio di due anni, potranno iscriversi all’esame anche con la laurea triennale (il regolamento contiene l’elenco delle classi riconosciute) e con un solo anno di tirocinio.

              Architetti e ingegneri
              Per le due categorie, il dpr definisce meglio la suddivisione dei settori, tracciandone in maniera precisa i confini. Pi� chiari, rispetto al passato, anche i contenuti delle prove da sostenere. Ampliate le classi di laurea che danno diritto all’esame di abilitazione. Per gli architetti il periodo di tirocinio sar� di sei mesi. Per gli ingegneri di un anno. Dopo i rilievi del Consiglio di stato e dell’Antitrust, una soluzione � stata trovata anche per gli informatici e i laureati in scienze dell’informazione. I quali potranno partecipare all’esame di stato per l’iscrizione alla sezione A dell’albo.

                Assistenti sociali e psicologi
                Gli aspiranti assistenti sociali per partecipare all’esame di stato dovranno aver maturato un periodo di tirocinio lungo 700 ore per iscriversi alla sezione A o di 450 ore per la sezione B. Per gli psicologi il praticantato, invece, sar� di un anno.

                  Veterinari e farmacisti
                  Definite meglio le classi di laurea specialistica. Saranno, comunque, ammessi all’esame di stato per l’accesso alla professione di farmacista anche i laureati del vecchio ordinamento in farmacia o chimica e tecnologia farmaceutiche.

                    Statistici e tecnologi alimentari
                    Queste due professioni non erano state inserite nella vecchia disciplina dell’accesso alle prevista dal dpr 328/2001. I possessori dei nuovi titoli potranno ora partecipare agli esami di stato grazie al restyling.

                      Biologi, chimici, geologi, attuari, dottori agronomi e forestali
                      Per i chimici, in particolare, � stata allargata la base per l’accesso alla professione. Sono state, cio�, inserite nuovi classi di laurea che permettono la partecipazione all’esame di stato. Per tutte e cinque le categorie viene inserito il tirocinio di sei mesi.

                        Giornalisti
                        Per i giornalisti vale il doppio binario. Diploma di maturit� pi� 18 mesi di pratica all’interno di una redazione, oppure laurea triennale accompagnata da un biennio di specializzazione che per il 50% dovr� essere costituito da attivit� pratica orientata alla professione giornalistica. Quest’ultimo titolo pu� essere sostituito da un master universitario biennale oppure da corsi biennali presso strutture
                        accreditate.

                          Agrotecnici, periti industriali, periti agrari e geometri
                          Per queste quattro categorie, inizialmente si era preventivato innalzamento secco del titolo di studio. Dopo le censure del Consiglio di stato, si � per� ritornato al doppio binario gi� previsto dal dpr 328/01. Accesso con diploma o laurea e tirocinio di sei mesi.

                            Commercialisti
                            I laureati nelle classi 17 e 28 (triennali di economia, ndr) sono ammessi a sostenere gli esami di stato disciplinati ai sensi dell’art. 47 del dlgs 139 (unificazione fra dottori e ragionieri) per l’accesso alle professioni di dottore commercialista e di ragioniere e perito commerciale. Gli abilitati si iscriveranno in apposite sezioni transitorie, acquisiranno il titolo di esperto contabile e svolgeranno le competenze del decreto 139.