Albergatori contro Maroni

05/09/2002

BOLZANO – TRENTO
5 settembre 2002

 ECONOMIA





 

Walter Meister

La sanatoria mette in dubbio i contratti a termine. Pancheri: «Allarmismo inutile»
Albergatori contro Maroni

Meister: «Senza stagionali il settore va in crisi»
L’Hvg insorge contro il ministro del welfare

r.i.

BOLZANO. «Il ministro Maroni non vuol più far entrare extracomunitari con permesso stagionale. Questa decisione sarebbe una rovina per il nostro settore». Preoccupato per i lavoratori stranieri impiegati negli alberghi è Walter Meister, presidente dell’Hgv, l’associazione albergatori e pubblici esercenti che solo nella provincia di Bolzano conta 5.600 associati.
«Noi non siamo contrari alla regolarizzazione dei clandestini, ma non è di questo di tipo di personale che abbiamo bisogno – continua Mesiter – i nostri stagionali vengono qui da parecchi anni e sono professionalmente preparati».
Sono 4.500 i permessi che vengono rilasciati ogni anno nel solo settore alberghiero. I lavoratori provengono per la maggior parte dell’est europeo, in particolare da Polonia e Ungheria. Il lavoro è strutturato in una doppia stagione: quell’invernale da dicembre ad aprile e quell’estiva da giugno e settembre. Gli stranieri ricoprono quelle mansione che gli italiani non vogliono più fare: camerieri, facchini, donne delle pulizie. Un fenomeno che è esploso negli ultimi 5-6 anni.
«Non ho nulla contro la sanatoria – continua Mesiter – ma non deve andare a discapito dei lavoratori stagionali. Abbiamo personale che ritorna da noi ormai da nove anni, lavorano, sono in regola, pagano le tasse e poi vogliono rientrare nella loro terra. Con le ultime posizioni di Maroni ci sentiamo trattati come una categoria di second’ordine». E sulla questione gli esponenti del Hgv stanno mobilitando anche l’onorevole Svp Karl Zeller e la Federalberghi.
Ma alle proteste degli albergatori replica Kurt Pancheri, segretario provinciale della Lega Nord: «Non capisco questo allarmismo, lo trovo strumentale. Si tratta di un ingegnoso castello di carte che potrebbe cascare rovinosamente dopo il 6 settembre, quando verrà emanato il decreto legge che prevede la sanatoria per la regolarizzazione degli extracomunitari che svolgono lavoro subordinato». E per quanto riguarda gli stagionali Pancheri continua: «Il ministro Maroni ha annunciato la disponibilità on line del Siles (Sistema informativo lavoratori extracomunitari stagionali), una banca data informatizzata e un ottimo strumento per la gestione dei flussi degli extracomunitari stagionali».