Agrigento. Macauda: incontro decisivo

29/07/2004



mercoledì 28 luglio 2004
agrigento
Pagina 49



  



Macauda, incontro decisivo

vertenza sindacale.
Domani faccia a faccia tra sindacato e responsabili della struttura alberghiera

Si apre uno spiraglio nella contrapposizione tra sindacato ed azienda riguardante la struttura alberghiera di Torre Macauda, gestita da soli due mesi dalla società «Altamarea» facente capo al gruppo «Alpitour».
Domani è in programma un incontro tra la rappresentanza sindacale della Filcams -Cgil di Agrigento, guidata dal segretario provinciale Francesco Gangemi, ed il direttore dell’albergo. Nei giorni scorsi, la Cgil provinciale ha dichiarato che presso la struttura alberghiera saccense viene, nei fatti, negato al sindacato il diritto di rappresentanza, sottolineando inoltre la necessità di un confronto per verificare il rispetto delle norme contrattuali.
«La Filcams Cgil – annuncia oggi Gangemi – parteciperà all’incontro con la direzione con spirito costruttivo e la volontà di trovare un accordo a cominciare dai diritti contrattuali acquisiti dai lavoratori».
Il direttore della struttura si era dichiarato sorpreso dell’iniziativa del sindacato, manifestando piena disponibilità ad affrontare le questioni riguardanti i contratti e la rappresentanza sindacale. Vittorio Angiulli, in rappresentanza di «Altamarea», aveva parlato di una gestione che intende rilanciare Torre Macauda e valorizzare le peculiarità proposte dal complesso alberghiero e dal residence, sottolineando dal canto suo che in questa fase iniziale si stanno affrontando i problemi di una stagione turistica sicuramente non felice, con cali notevoli di presenze un po’ ovunque.
«E’ chiaro ed evidente – dice la Filcams – che se l’incontro con la direzione non dovesse sortire risultati convincenti, questa organizzazione sindacale, come già espresso in altre occasioni, darà luogo a specifiche denunce e darà corso ad adeguate iniziative sindacali».
La vicenda riguardante i rapporti di questa fase iniziale della nuova gestione del complesso alberghiero posto a otto chilometri da Sciacca, viene seguita con attenzione dall’opinione pubblica. A Macauda lavorano ottanta unità ed altri potranno tra non molto prendere servizio. Si tratta di una struttura che dal 1980, anno dell’apertura, ha dato la possibilità di molte persone di Sciacca e dell’hinterland di avere un’occupazione.

Giuseppe Recca