Gruppo ADP, esito incontro 14/11/2019

Roma, 25/11/2019

Il giorno 14 novembre, presso la sede aziendale di Milano si è svolto il secondo incontro programmato per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale di ADP.

L’incontro ha affrontato le tematiche inerenti a quattro argomenti:

· Agibilità sindacali

· Orario di lavoro

· Visite mediche

· Malattia

Agibilità sindacali: abbiamo registrato la disponibilità a dotare le rappresentanze sindacali di un pacchetto di ore di permesso maggiorato a quanto previsto nei CCNL applicati in azienda, al fine di assicurare una più efficace azione di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, al di la del CCNL di lavoro applicato.

Orario di lavoro: su questo tema si sono affrontati due argomenti collegati alla piattaforma di rinnovo. La flessibilità di orario durante la pausa pranzo e la “banca delle ore”.

Sulla richiesta di estendere la flessibilità di orario durante la pausa pranzo l’azienda ha opposto un netto diniego, sostenendo che l’attuale flessibilità è notevole e sarebbe sostanzialmente impossibile gestire tutto in maniera efficace.

Per la questione relativa alla banca delle ore invece abbiamo registrato una parziale disponibilità alla modifica che però non risolve il tema primario: il mancato pagamento delle ore accantonate e non utilizzate alla fine del periodo utile.

La disponibilità aziendale è infatti legata all’ampliamento del periodo nel quale sarà possibile utilizzare le ore accumulate in banca delle ore, estendendolo dagli attuali sei mesi a dodici (intesi come gennaio/dicembre). La società non è però disponibile a modificare la parte che determina la perdita secca delle ore non utilizzate. Noi riteniamo indispensabile rivedere questa norma che come concepita deve essere decisamente superata e aggiornata.

Visite mediche: l’azienda ha accettato di allargare l’utilizzo delle ore di permesso per le visite mediche anche ai parenti fino al primo grado. Abbiamo chiesto di estendere tale diritto anche agli “affini” di primo grado. Il diritto sarà esteso anche alle coppie di fatto.

Malattia: la società pagherà l’indennità di malattia al 100% della retribuzione per tutto il periodo di malattia retribuito, contrattualmente riconosciuto, indipendentemente dal numero degli eventi.

La riunione si è conclusa con un aggiornamento su tutti i temi al prossimo 12 dicembre, data in cui si proseguirà anche sui temi fino ad ora non affrontati quali il PDR, per esempio.

12 dicembre ore 14,30 Trattativa rinnovo Contratto integrativo aziendale Terzo incontro – Assolombarda Via Pantano, 9 – Milano

p. la Filcams Nazionale

Federico Antonelli