Gruppo Adecco, esito incontro 05/12/2016

Roma, 11 gennaio 2017

Testo Unitario

E’ proseguito, in occasione dell’incontro del 5 dicembre scorso, il confronto con la direzione di Adecco finalizzato al rinnovo del contratto integrativo aziendale.

Con riferimento al sistema premiante, l’azienda ha ribadito l’intenzione di introdurre un correttivo legato al budget, su indicazione di corporate, sottolineando come questa costituisca la loro più importante richiesta.

Durante la discussione, Adecco, ha precisato di aver manifestato molte aperture sui temi della piattaforma, che "non erano scontate", a cominciare dalla gestione dell’orario di lavoro.

A fronte delle criticità da noi nuovamente rimarcate in merito all’introduzione dell’elemento del budget e alla necessità ancora una volta espressa di mantenere il basante nel sistema premiante, nonché di allargare a tutto il perimetro del gruppo Adecco il salario variabile condiviso, l’azienda si è resa disponibile ad un’apertura condizionata.

Più precisamente, ha dichiarato di essere disponibile ad estendere l’accordo sul premio anche a sede e centro servizi, mantenendo il sistema in essere (per sede e centro servizi) e individuando, attraverso un osservatorio, i criteri oggettivi e trasparenti a cui legare i target, definendo tale proposta come subordinata all’accettazione del correttivo budget sull’impianto di premio per le filiali.

L’Azienda ha infine ripetuto di voler chiudere il negoziato in tempi brevi.

Come organizzazioni sindacali abbiamo rimarcato che il tema dell’allargamento del perimetro del premio condiviso costituisce una nostra rivendicazione già da precedenti negoziati e che la questione del budget viene percepita dai lavoratori come un elemento di incertezza e di arretramento sotto il profilo della quantità di salario variabile erogato.

Per quanto riguarda la sede e il centro servizi, abbiamo specificato che vi è vera apertura solo se c’è reale disposizione dell’azienda ad oggettivare i parametri a cui legare il premio attraverso il confronto.

Per le filiali, abbiamo controproposto di mantenere l’attuale sistema, reintroducendo però un tetto al premio erogabile legato all’utile.

Come Filcams, Fisascat e Uiltucs abbiamo infine chiarito di non condividere la volontà espressa dalla direzione aziendale di chiudere in tempi brevi il rinnovo del contratto aziendale, ritenendo invece opportuno far maturare il confronto in direzione di una più equilibrata definizione delle priorità da noi indicate sul tavolo di confronto.

La trattativa proseguirà nelle giornate del 23 e del 24 gennaio prossimi a Milano, sempre presso la sede di Adecco, in Via Tolmezzo, 15, con inizio alle ore 11.30.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria