Addetti alle pulizie scolastiche in piazza Chiedono un incontro col prefetto

27/04/2011

RIETI Scendono in piazza gli addetti alle pulizie nelle scuole pubbliche della provincia di Rieti. Insieme ai colleghi degli istituti scolastici nazionali domani protesteranno contro i tagli operati all`istruzione che rischiano di compromettere i posti di lavoro. A Rieti i lavoratori del settore si sono dati appuntamento alle ore 10,30 in piazza Cesare Battisti, davanti al palazzo del governo. Chiederanno di essere ricevuti dal prefetto. «Nonostante l`impegno preso dai ministeri della Pubblica Istruzione e dell`Economia a Roma il 5 aprile, ad oggi il promesso incontro delle OO.SS. con i ministeri interessati alla soluzione della questione non è stato convocato – hanno affermato i segretari provinciali di Filcams-Cgil Enrico Turchi, Fisascat-Cisl Sara Imperatori, Uiltucs-Uil Pietro Feliciangeli – Ricordiamo che se si concretizzasse quanto previsto dal ministro Gelmini nella direttiva 103 salterebbe il servizio delle pulizie nelle scuole e con esso gran parte dei posti di lavoro». I sindacati si appellano ai rappresentanti espressi dal territorio reatino in Comune, Provincia, Regione e Parlamento nazionale affinché intervengano in favore dei circa 260 lavoratori che svolgono la loro attività negli istituti scolastici della nostra provincia.