Accordo, pulizia cinque giorni su sette

02/03/2010

TRANI— Si pulirà per cinque a giorni a settimana, ma con una riduzione di spazi, ore e retribuzione del 10%. E’ l’accordo chiuso dai sindacati con la nuova azienda (la «Società consortile gruppo servizi associati» di Roma) che, dai ieri primo marzo, si occupa delle pulizie al tribunale di Trani (foto) con il 35% in meno di risorse rispetto a quella che se ne occupava in precedenza. Si tratta di una soluzione-tampone che durerà non più di tre mesi. «Il tempo necessario – spiega Giovanni Dalò della Filcams-Cgil – per indurre, si spera, il Comune a integrare l’appalto, altrimenti la pulizia del tribunale lascerà davvero a desiderare». L’appalto, aggiudicato in via provvisoria nel febbraio 2009 e in via definitiva il mese scorso, prevedeva che le pulizie si facessero per tre giorni a settimana, rispettando però il vecchio numero di ore giornaliere. Quindi, i quattro palazzi del tribunale sarebbero stati puliti un giorno sì e uno no. Questa prospettiva ha subito provocato l’insurrezione dei dipendenti del tribunale, dal momento che ci sono ambienti come i bagni in cui non è possibile saltare le pulizie nemmeno un giorno considerando le migliaia di persone che ogni giorno frequentano le aule di giustizia. I sindacati dei lavoratori erano poi intervenuti perché la riduzione di ore del 35%, avrebbe portato a ridurre di altrettanto lo stipendio.