ACCORDO MANPOWER E OO.SS: EVITATI I LICENZIAMENTI

26/03/2009

ACCORDO MANPOWER E OO.SS: EVITATI I LICENZIAMENTI

Raggiunto un importante Accordo con Manpower per risolvere il problema occupazionale.
La crisi del settore e una riorganizzazione aziendale avevano costretto l’azienda a dichiarare 199 esuberi.
Fortunatamente, però, l’accordo firmato tra l’azienda e le organizzazioni sindacali nazionali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, mette in atto tutte le azioni idonee a salvaguardare l’occupazione e il reddito dei lavoratori, escludendo, quindi, il ricorso a strumenti traumatici come i licenziamenti annunciati.
Prima di tutto, è previsto un piano incentivi per esodi volontari che riguarderanno tutte le aree, anche quelle non impattate dagli esuberi. Verrà favorita, così, la mobilità e la ricollocazione all’interno dell’Azienda, in altre sedi o in altre mansioni che si saranno rese libere attraverso gli esodi stessi.
Saranno recuperate, poi, 77 risorse, offrendo loro postazioni attualmente occupate dai lavoratori con contratto a termine che, anche se, al momento, non riconfermati, avranno garantita la precedenza nel caso di eventuali nuove assunzioni o spazi occupazionali che si creeranno fino a tutto il 2010.
A completamento delle azioni previste, l’Accordo prevede che per salvaguardare l’occupazione nelle filiali e nella Sede sarà messo in atto, anche, il contratto di solidarietà, con partenza presumibile dal 1° Novembre 2009.
“L’Accordo garantisce una reale rete di strumenti a salvaguardia di tutti i lavoratori” dichiarano dalla Filcams Cgil Nazionale “È importante, soprattutto in questo periodo difficile di crisi, tutelare e difendere i lavoratori cercando di preservare i livelli occupazionali e la capacità di reddito dei dipendenti”. Tale piano sarà, comunque, oggetto di verifiche sindacali sia a livello Nazionale che Territoriale, per controllare e garantire la sua reale attuazione.