ACCORDO CON IL MINISTERO DELLA DIFESA PER NUOVE LINEE GUIDA NEGLI APPALTI

06/05/2005

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

6 maggio 2005

ACCORDO CON IL MINISTERO DELLA DIFESA PER NUOVE LINEE GUIDA NEGLI APPALTI

Un accordo per nuove linee guida nella redazione dei capitolati d’appalto è stato raggiunto tra il ministero della Difesa e Filcams Fisascat Uiltucs.

L’accordo elenca dieci punti che dovranno assicurare «nuove metodologie di appalto nei servizi di pulizia in ambito amministrazione Difesa» e « dar vita ad una procedura concorsuale non più basata sul criterio di aggiudicazione del prezzo più basso, bensì sul criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa».

Il decalogo è frutto di un lungo confronto delle federazioni sindacali del terziario e dei servizi con il direttore generale dell’amministrazione difesa, dottor Aldo Nocella. Confronto preceduto dall’azione sindacale avverso appalti redatti secondo le superate regole del massimo ribasso, e di sentenze sospensive da parte del TAR.

«Di fatto – dice Carmelo Romeo, segretario Filcams – passare dal massimo ribasso all’offerta più vantaggiosa non è soltanto una dichiarazione di principio, ma necessita di regole e riferimenti».

Nel capitolato che l’amministrazione Difesa sta per approntare vi sarà il riferimento al contratto delle pulizie e al costo orario per le imprese multiservizi stabilito con decreto ministeriale. Vi sarà il divieto di subappalto e la facoltà di risolvere il contratto quando la ditta appaltatrice non fosse in regola con INPS INAIL e pagamento dei salari.

La direzione amministrazione Difesa per evitare un pulviscolo di appalti, quale sarebbe la gara caserma per caserma, sta individuando lotti di adeguata dimensione per appalti pluriregionali.

«È un passo avanti significativo – commenta Carmelo Romeo – verso criteri che assicurano trasparenza e legalità. Si tratta ora di esportare questo capitolato verso altre amministrazioni pubbliche».