Accessories Bags e Cosmetics, esito incontro 27/10/2014

Roma, 31 ottobre 2014

Oggetto: ABC – (negozi a marchio Segue…) Esito incontro del 27/10/2014

Si è tenuto il 27 ottobre u.s. il previsto incontro con la società ABC (negozi a marchio Segue…) inerente la procedura di mobilità ex artt 4 e 24 avviata dalla stessa lo scorso 6 ottobre.

Il procuratore speciale ha illustrato la situazione aziendale, che presenta una forte negatività dovuta sia alla perdita di alcune concessioni nel ramo produttivo, sia a causa della flessione delle vendite nel ramo retail. L’azienda ha presentato una situazione economica in generale critica, sulla quale è intervenuto anche un pesante accertamento del fisco che a ulteriormente peggiorato le disponibilità economiche. La mancanza di liquidità ha portato l’azienda ad alcune iniziative straordinarie quali la rateizzazione della tredicesima e quattordicesima mensilità.

A fronte di tali criticità, la proprietà ha affrontato un aumento di capitale nel corso del 2013 pari a 4 milioni di euro e investito su un nuovo management.

Ad oggi la rete di pdv è costituita da 64 negozi con 261 dipendenti. Per quanto riguarda la sede di Firenze, in cui sono impegnati 71 lavoratori, è in corso un contratto di solidarietà gestito con le OO.SS. territoriali.

Pur confermano l’intenzione di consolidare la rete commerciale, l’azienda procederà alla chiusura di alcuni pdv non redditivi, sui quali abbiamo chiesto maggiori dati in ordine ai costi e ai fatturati. Alcuni risultano già chiusi al 30/09/14 (Bari Sparano, Roma Tuscolana, Roma Granai, Protogruaro), al 31/10 è prevista la chiusura del pdv di Mestre Auchan, mente la chiusura di Viareggio è prevista nel marzo 2015.

Nell’ambito del confronto l’azienda ci ha comunicato l’intenzione di chiudere anche il pdv di Como Tavernola nel marzo 2015.

L’azienda ha già richiesto l’intervento della CIGS presso il Ministero del Lavoro ed è disponibile, nel caso esistano i presupposti per attivare l’ammortizzatore, a chiudere la procedura di mobilità con il criterio esclusivo della non opposizione al licenziamento.

Stante la necessità di procedere con il confronto in sede governativa, abbiamo sottoscritto un verbale di mancato accordo, che vi alleghiamo.

p. la Filcams Cgil Nazionale

                      Luca De Zolt