Abruzzo. Risoluzione urgente della Regione per i lavoratori socialmente utili

29/11/2002


Venerdì 29 Novembre 2002

IL DOCUMENTO

Risoluzione urgente della Regione
per i lavoratori socialmente utili

Approvata in consiglio regionale la risoluzione urgente del consigliere dei Comunisti Italiani Fernando Fabbiani che impegna presidente dell’Esecutivo e assessore al Lavoro a convocare entro la settimana un tavolo operativo sulla vicenda dei 245 lavoratori socialmente utili della Val Vibrata. Il tavolo operativo, come si legge nel documento, è «per favorire una loro ricollocazione lavorativa». Lo scorso 21 novembre era tornato ad incatenarsi dinanzi al Palazzo dell’Emiciclo, all’Aquila, Settimio Ferranti, 34 anni, di Sant’Egidio, ex Lsu, in rappresentanza di 400 Lsu della Val Vibrata. Analoghe proteste, accompagnate da scioperi della fame e della sete, erano state messe in atto da Ferranti, per lo stesso motivo, nel corso dell’estate.
«Considerato che dopo l’incontro del 22 novembre scorso con il vice prefetto di Teramo e l’assunzione d’impegno di Provincia e Regione – si legge ancora – le manifestazioni di sensibilizzazione sono state sospese…. e tenuto conto che in assenza di riscontri positivi i lavoratori interessati ripartiranno con le manifestazioni di sensibilizzazione….», il consiglio regionale si impegna a convocare un tavolo operativo per «evitare altre manifestazioni di questo tipo che toccano la dignità delle persone e per recuperare un ruolo risolutivo della Regione».