Abano. Marlene: «Grazie, ma non torno»

04/06/2004





Venerdì, 4 Giugno 2004
ABANO La ragazza protagonista del "caso Tritone" declina l’invito del sindaco Ponchio di presenziare ai campionati di nuoto
Marlene: «Grazie, ma non torno»
E i sindacati in un incontro con l’Associazione albergatori chiedono maggiore tutela per gli stagisti
Abano

Più tutela per gli stagisti, attraverso strumenti che consentano di delinearne i diritti e permettano di monitorare costantemente l’attività svolta negli alberghi. La richiesta è partita dalle tre sigle Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil a margine di un incontro tra i rappresentanti sindacali del Bacino termale ed esponenti dell’Associazione Albergatori di Abano e Montegrotto, tenutosi lunedì scorso nella sede di largo Marconi. Presente anche il direttore dell’Hotel Tritone Walter Poli. La riunione era stata infatti espressamente richiesta dai sindacati per fare chiarezza il giorno dopo l’increscioso episodio di presunto razzismo verificatosi nella struttura di via Alessandro Volta dove una stagista di colore, Marlene Zulu, congolese ma residente a Pesaro, sarebbe stata allontanata dalla reception dopo un paio di giorni dall’arrivo perché il colore della sua pelle avrebbe dato fastidio ai clienti tedeschi.Il fatto, risalente alla prima settimana di maggio, è venuto alla luce solo dieci giorni fa, scatenando un putiferio nell’ambiente alberghiero e politico. Dal Tritone hanno sempre sostenuto che si trattava di accuse prive di fondamento e che non c’è mai stata una discriminazione nei confronti della diciottenne. Una tesi che Poli ha sostenuto anche lunedì.

Smorzati i toni della polemica sul razzismo, restano però alcune considerazioni importanti sulle condizioni degli stagisti, che a centinaia ogni anni arrivano negli alberghi termali. Le organizzazioni sindacali – si legge in un comunicato – hanno rilevato la necessità di definire, nell’ambito delle funzioni dell’Ente Bilaterale Termale Alberghiero, un protocollo che determini puntualmente le modalità di ospitalità, inserimento, mansioni, tutoraggio e monitoraggio dell’attività di stages non solo a tutela di ogni possibile interpretazione che porti danno al buon nome dell’area termale euganea, ma soprattutto per perfezionare le caratteristiche di serietà, correttezza e qualità necessarie".La decisione ha trovato d’accordo anche l’Associazione che ha pienamente concordato sull’opportunità di portare avanti questo progetto del protocollo.La giovane stagista di colore intanto ha risposto picche al sindaco Giovanni Ponchio che la aveva invitata a trascorrere qualche giorno ad Abano in occasione dei Campionati assoluti di nuoto che si apriranno domani. Ringraziandolo per il pensiero, Marlene ha detto di essere troppo impegnata con lo studio e che ha già programmato la vacanza con i genitori.

Roberta Benedetto