Abano. Federterme scende in campo nella trattativa sul contratto

29/09/2005
    giovedì 29 settembre 2005

      Pagina 30 – Provincia

        Ha dato il suo appoggio agli albergatori di Unidustria

          Federterme scende in campo nella trattativa sul contratto

            ABANO. Federterme ha fatto ieri il suo ingresso ufficiale al tavolo negoziale fra le organizzazioni sindacali e gli stabilimenti alberghieri che si riconoscono nella sezione Terme e Turismo di Unindustria. Il suo direttore Aurelio Crudeli e la commissione sindacale degli albergatori di Unindustria si sono incontrati ieri a Padova con i rappresentanti di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.

              La notizia avrà senz’altro l’effetto di una bomba sul panorama delle relazioni imprenditoriali del bacino euganeo. La massima organizzazione di rappresentanza delle industrie termali in Italia, infatti, scende a fianco degli albergatori di Unindustria nella delicatissima trattativa che punta a una profonda modifica dei contratti territoriali che risalgono al 1976.

              Tutto questo a pochi giorni dall’annuncio ufficiale dell’Assoalbergatori di recedere proprio da Federterme. «C’è la precisa volontà di andare avanti nel confronto privilegiando la ricerca di soluzioni condivise con il sindacato», ha puntualizzato Aurelio Crudeli. Ciò non toglie che, a parere di Federterme e Unindustria, vada affrontato il nodo della flessibilità, per rispondere alle modifiche della domanda turistica, sempre più orientata ad uscire dagli schemi canonici di soggiorno, privilegiando «pacchetti» per il week-end e soluzioni che concilino cure termali e trattamenti di fitness. Il timore dei sindacati è che la controparte punti all’eliminazione di istituti ormai consolidati come quello della sospensione, che garantisce l’automatica riassunzione del lavoratore all’inizio della stagione turistica. (e.g.)