“A22″ Non oil: il Tar impone il rinvio al 28

16/10/2006

    sabato 14 ottobre 2006

    Pagina 9 – Economia

      Autogrill, bocciata sugli altri motivi, ricorre al Consiglio di Stato

        Non oil, il Tar impone il rinvio al 28

          TRENTO – Il Tribunale amministrativo regionale di Trento ha respinto la richiesta di sospensiva dei bandi di gara per il servizio di ristorazione nelle aree dell’A22 presentata da Autogrill, rinviando la trattazione di merito al 22 febbraio 2007, salvo su un punto. Il Tar ha infatti ritenuto fondato il rilievo di Autogrill sui tempi di presentazione delle offerte, fissati, nel caso del primo lotto di otto aree, per ieri, con apertura delle buste luned�. Per il Tar �il termine ultimo di presentazione delle offerte si deve intendere in scadenza almeno il 40� giorno successivo al 18 settembre, la data in cui sono stati ripubblicati i bandi. Quindi almeno il 28 ottobre 2006�.

          Autobrennero, preso atto della decisione, avviser� luned� i concorrenti, che sono trenta, dello slittamento dei termini. Le buste pervenute saranno restituite e potranno essere ripresentate entro il nuovo termine del mezzogiorno di sabato 28. Per il resto Autogrill ha gi� annunciato che ricorrer� al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar, in particolare sulla norma �antitrust� contenuta nei bandi che prevede il tetto di 8 aggiudicazioni per concorrente. �Siamo stati in attesa di un ripensamento da parte di A22 e dei suoi maggiori azionisti� commenta Giuseppe Cerroni, direttore comunicazione della societ� del gruppo Benetton. �Abbiamo atteso alcuni mesi prima di fare ricorso al Tar e, al contrario dei precedenti ricorsi, il Tribunale ha accolto quella che noi ritenevamo la richiesta pi� urgente, ovvero la sospensiva dei bandi di gara che non tenevano conto delle prescrizioni di legge sulla tempistica�.

          Il Tar tuttavia ha ritenuto infondati gli altri motivi di ricorso, tra cui la diversit� del regime delle royalties, introdotta da A22 nei bandi �corretti�, tra ristorazione e vendita di alimentari sotto pensilina e la contestazione sul tetto di otto aree per le concessioni (Autogrill attualmente gestisce quindici aree tra Modena e Brennero). �I tetti sono un modo per impedire la libera competizione� aggiunge Cerroni. �Faremo ricorso al Consiglio di Stato su questo punto perch� l’Antitrust stessa ( sollecitata da Autogrill n.d.r. ) si � in qualche modo rimessa al giudice amministrativo�.

          In ogni caso Autogrill parteciper� a tutte le gare. A questo punto, la prossima settimana proseguiranno in A22 le gare per la distribuzione carburanti nel secondo e terzo lotto di aree di servizio. La prima apertura delle buste sul non oil slitta invece agli ultimi giorni di ottobre.