“A22″ Autogrill cede, ma solo su Nogaredo

30/01/2007
    martedì 30 gennaio 2007

    Pagina 29 – Provincia

      Autogrill cede, ma solo su Nogaredo

        Il personale al nuovo gestore Hermes, contro A22 restano le querele

          ROVERETO. Autogrill ha ceduto, ma solo per le aree di servizio di Nogaredo Est e Ovest: ieri il personale è stato assunto in carico al nuovo gestore Hermes Srl, cui spetterà la gestione dei due punti ristoro. Il braccio di ferro tra la società del gruppo Benetton e Autobrennero però resta: su Laimburg e le altre aree di servizio dell’A22 Autogrill oggetto della dura vertenza con Autobrennero non ha alcuna intenzione di mollare. E anzi fa sapere di aver deciso per la restituzione delle aree “no oil” alle compagnie Erg e Q8, titolari delle pompe di rifornimento carburanti a Nogaredo Est e Ovest, solo dopo aver valutato la particolarità della concessione: si trattava infatti di un sub-subappalto, sul quale non si è ritenuto di sollevare barricate. Valutata anche la situazione di pericolosità (a detta di Autogrill) dovuta alla presenza dei blocchi di new-jersey posti da A22 davanti agli ingressi e il disagio causato a utenza e automobilisti, Autogrill ha insomma deciso di togliere il disturbo. Senza però rinunciare a rivalersi sul fronte giudiziario. Autogrill ha infatti deciso di non ritirare le querele, riservandosi pure di chiedere i danni in sede civile, qualora il Consiglio di Stato sancisca l’irregolarità della gara d’appalto. La consegna di Nogaredo Est e Ovest, come anticipato, non prelude a un dietrofront ma va considerato un caso a sè.

            Quanto ai vertici di Autobrennero, nemmeno essi indietreggiano. Il dado è tratto, se Autogrill resiste, resisterà anche A22. Le due società avranno modo di scontrarsi a lungo attraverso le missive dei rispettivi studi legali di riferimento.