A Vulcano sorgerà complesso termale

16/03/2004

ItaliaOggi (Turismo)
Numero
064, pag. 17 del 16/3/2004
di Andrea Naselli


Joint venture tra società Marotta e Abano Terme.

A Vulcano sorgerà complesso termale

Un centro termale sorgerà a Vulcano entro l’estate 2004. Si tratta di una joint venture tra la società dolciaria Marotta ed il gruppo Abano Terme. L’investimento ammonta a 3 milioni di euro e usufruirà, per il 15%, anche dei fondi previsti dalle legge 488. Il progetto del complesso alberghiero sull’isola sorgerà sulle strutture già esistenti di proprietà della Terme Eolie che fino a oggi sono state affittate annualmente a tour operator nazionali. Il nuovo complesso termale conta su ben tre piscine con acque terapeutiche e 60 appartamenti per un totale di 200 posti letto, mentre si attende l’approvazione per altre 25 stanze. Saranno, inoltre, attivati anche un bar e un ristorante. Infine, per dilettare le serate dei turisti, si conta su un anfiteatro da 400 posti. Un polo, dunque, per il benessere e per la salute. Si intende, infatti, sfruttare le acque sulfuree, tipiche dell’isola di Vulcano, che fuoriescono naturalmente a una temperatura tra i 55 e i 60 gradi. Il complesso alberghiero si estende su una superficie di 15 mila metri quadrati e porterà sull’isola 15 nuovi posti di lavoro.

l progetto è nato da un’idea di Pellegrino Marotta, imprenditore nel settore dolciario e alimentare di Palermo. Marotta conta, sul territorio del capoluogo siciliano, su quattro supermarket di proprietà e su 38 affiliati. Alla joint venture parteciperà, accanto alla società dolciaria palermitana, anche Abano. Le terme, infatti, saranno un nodo centrale del nuovo complesso sull’isola di Vulcano. Abano terme non è nuova a operazioni imprenditoriali in Sicilia. Dal 1973 ha gestito, infatti, il complesso di Sciaccaterme dell’ex- Sitas, società partecipata dalla regione Sicilia. Una operazione che ha avuto dei risvolti giudiziari che hanno rallentato il rilancio del polo termale agrigentino.