A Serravalle la festa della Cgil

23/06/2006
    venerd� 23 giugno 2006

    Pagina 18 – Economia & Lavoro

    DECIMA EDIZIONE – Tutto cominci� nel ‘97 dal primo faccia a faccia tra Gianni Agnelli e Cofferati

      A Serravalle la festa della Cgil

      di Vladimiro Frulletti

      Da Cofferati a Cofferati. Oggi l’ex segretario della Cgil fa il sindaco di Bologna, ma � stata proprio a causa sua se 9 anni fa a Serravalle, borgo medievale a cavallo fra Pistoia e Montecatini Terme (la splendida Torre si vede benissimo passando lungo la Firenze-Mare), � nata la festa della Cgil. A causa sua e dell’avvocato Gianni Agnelli. Correva l’anno 1997. Da poco pi� di un anno era scomparso lo storico leader del sindacalismo italiano Luciano Lama. E l’Avvocato, in una lunga intervista spieg� di come Lama gli avesse parlato bene di quel giovane dirigente della Cgil, �Luciano Lama – spiegava Agnelli – una volta mi disse che Cofferati � il migliore della Cgil…�, che per� non aveva mai incontrato di persona. E qui nasce l’intuizione della Cgil di Pistoia: organizzare proprio a Serravalle il primo faccia a faccia fra il segretario della Cgil e il campione del capitalismo italiano. La trattativa and� a buon fine e nell’estate di 9 anni fa Agnelli da una parte e Cofferati dall’altra si misero a parlare di Luciano Lama. Fu un successo. Cos� Serravalle divenne appuntamento fisso per la Cgil. E visto che quest’anno ricorre la decima edizione hanno pensato bene di invitare (il 9 luglio) proprio chi fece partire il tutto. Cio� Sergio Cofferati che racconter� proprio di quel faccia a faccia con Agnelli. Ma il calendario (che si concluder� domenica 9 luglio) � ricchissimo.

      Si comincia stasera e visto che siamo a poche ore dal referendum sulla riforma costituzionale varata dal Polo il primo dibattito (ore 18,30) � proprio dedicato al No e ne parler�, fra gli altri, il neo ministro alle Riforme Vannino Chiti. In serata (alle 21) concerto di Claudio Lolli. Domani (sempre alle 18) poi sar� la volta della storia della Cgil con un faccia a faccia fra due padri nobili del sindacato: Antonio Pizzinato e Bruno Trentin intervistati da Bruno Ugolini dell’Unit�. Domenica sul palco invece ci sar� Sergio Staino che racconter� i primi 25 anni di Bobo accompagnato al piano da Leonardo Brizzi. Il 28 giugno (ore 21,30) sul palco ci sar� il lavoro (”lotta alla precariet� e alla illegalit�”) con il neoministro cesare Damiano e Emilio Viafora segretario Nidil Cgil. La sera dopo tocca al welfare col ministro Paolo Ferrero e Betty leone segretaria dello Spi Cgil. Venerd� 30 giugno � di scena il nuovo governo dell’Unione ( il titolo � significativo: “cambio di scena”) e ne parleranno alle 18,30 Gavino Angius, Armando Cossutta, Grazia Francescato, Gianclaudio Bressa e il segretario del Prc Franco Giordano. Il 3 luglio poi il ministro Giovanna Melandri partecipa al dibattito su giovani e lavoro e in serata si parla di Zapatero con il sottosegretario Giampaolo Patta e esponenti politici spagnoli. Ma l’appuntamento pi� importante � per l’8 luglio alle 17.30 quando Marcello Sorgi della Stampa intervister� il segretario della Cgil Guglielmo Epifani e il ministro dell’economia Tommaso Padoa Schioppa. Molti anche gli spettacoli. Oltre a Lolli e Staino ci sar� anche (6 luglio 21,30)lo spettacolo di Enrico Bertolino e i concerti anche della Banda Improvvisa con Alessandro Benvenuti (domenica 2 luglio) e degli Avion Travel (sabato 8 luglio alle 22).