A «rischio» l’assunzione di 1.250 lavoratori interinali

19/02/2003


            Mercoledí 19 Febbraio 2003

            SANATORIA IMMIGRATI

            A «rischio» l’assunzione
            di 1.250 lavoratori interinali

            Potrebbero esserci rallentamenti nelle assunzioni dei
            1.250 lavoratori interinali previsti per velocizzare la
            regolarizzazione di colf, badanti e lavoratori subordinati
            extracomunitari. (nella foto Mida, immigrati in fila per la
            regolarizzazione) Confinterim, l’Associazione che
            raggruppa buona parte delle società di lavoro interinale,
            contesta la decisione del Governo del 31 gennaio scorso
            (si veda «Il Sole-24 Ore» del 1° febbraio) di assegnare
            a trattativa privata una commessa di oltre 18 milioni di
            euro per le assunzioni.
            E annuncia, in una nota, che potrebbe ricorrere a vie legali.
            «Non possiamo condividere — commenta Enzo Mattina,
            presidente di Confinterim — che la selezione degli operatori
            avvenga a discrezione degli apparati ministeriali.
            Si tratta — continua Mattina — di una commessa enorme
            del valore di ben 18,7 milioni che, stando alle normative
            europee e nazionali, non può in nessun caso essere assegnata
            a una o più società di fornitura di lavoro temporaneo in forza
            di una trattativa privata motivata da ragioni d’urgenza».