A RISCHIO CHIUSURA LE FARMACIE PRIVATE E PUBBLICHE

08/06/2010

8 giugno 2010

Manovra economica: A rischio chiusura le farmacie private e pubbliche
La Filcams Cgil preoccupata per i farmacisti

La manovra economica varata dal governo potrebbe ripercuotersi anche sui farmacisti, i tagli previsti infatti, rischiano di danneggiare fortemente le farmacie private e pubbliche.
Riduzione dei margini di grossisti del 3% e farmacisti 30%, passaggio dell’erogazione di alcuni farmaci dall’ospedale alle farmacie, incentivazione dell’uso dei farmaci generici, il cui prezzo verrà ridotto ulteriormente, sono alcuni degli interventi della manovra che rischiano di portare molte farmacie alla chiusura, con un danno stimato di 400 milioni di euro (dato Federfarma) e forti ripercussioni per gli stessi farmacisti.
La chiusura di queste realtà significa disagio per il cittadino e un peggioramento degli standard qualitativi del suo vivere quotidiano, la chiusura di una farmacia è la perdita di un presidio importante per la tutela della salute del cittadino stesso.

Migliaia di posti di lavoro a rischio (a partire dai tempi determinati che non verranno confermati), lavoratori ad altissima professionalità, che esercitano un mestiere importante la cui importanza rimane troppo spesso in ombra. La Filcams Cgil guarda con preoccupazione al delinearsi di questo scenario, soprattutto nel momento in cui si stanno per presentare le piattaforme per il rinnovo dei Contratti Nazionali delle Farmacie Private e di quelle Speciali (ex municipalizzate). In un contesto unitario complesso, il sindacato tenta comunque di “fare il suo mestiere”, non prescindendo dalla grave situazione determinatasi, ma cercando attraverso questi due rinnovi di promuovere una battaglia per la salvaguardia quantitativa e qualitativa dell’occupazione nelle farmacie.
Il pensare di incidere direttamente o indirettamente sul solo costo del lavoro per recuperare ciò che il governo a suon di decreti attuativi potrebbe togliere, ci pare una strategia sempre miope, ma ancor di più quando in ballo ci sono professionalità che fanno la qualità del servizio.

La Filcams Cgil è pronta al confronto immediato con Istituzioni e ovviamente Parti Datoriali purché questo confronto abbia come presupposto la salvaguardia e la valorizzazione del “lavoro” in farmacia in ogni sua forma e ad ogni livello.
Salvaguardare l’occupazione significa non solo difendere i diritti dei lavoratori coinvolti, ma tutelarne il ruolo sociale, e di conseguenza la salute e la sicurezza di tutti i cittadini di questo paese.