A fine mese conferenza del lavoro

19/01/2001

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)





Venerdì 19 Gennaio 2001
italia – lavoro
A fine mese conferenza del lavoro

ROMA Ci sarà anche Bill Gates alla conferenza nazionale sul lavoro in programma a Roma dal 30 gennaio al primo febbraio. Un ospite scelto perché si parlerà soprattutto del futuro dell’occupazione, di nuovi lavori e di come con le nuove tecnologie si possa migliorare il mercato del lavoro italiano. Il Governo punta molto su questo appuntamento oggi voluto dal ministro del Lavoro, Cesare Salvi, a più di quattro anni dall’annuncio della prima conferenza nazionale, poi, mai realizzata. Al ministero fanno però notare che non si tratta della stessa conferenza (fissata per la prima volta per il settembre 1996 a Napoli) ma di una occasione per affrontare oltre al problema disoccupazione anche gli aspetti nuovi dell’universo lavoro.

All’appuntamento interverrà anche il capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, mentre il Governo è coinvolto ai massimi livelli con il presidente del Consiglio Giuliano Amato, il ministro del Lavoro, Cesare Salvi, il ministro dell’Industria, Enrico Letta, della Pubblica istruzione, Tullio De Mauro e dell’Università, Ortensio Zecchino, ma ci saranno anche personaggi internazionali come Michel Rocard e Bill Gates. Per i sindacati saranno presenti i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil (Sergio Cofferati, Savino Pezzotta e Luigi Angeletti) mentre per la Confindustria interverrà il presidente, Antonio D’Amato.

«La confrenza oltre affrontare i temi cruciali dell’occupazione in Italia come il divario tra Nord e Sud — spiega Raffaele Morese, sottosegretario al Lavoro — sarà soprattutto l’occasione per rilanciare la concertazione. Il dibattito si concentrerà soprattutto sul futuro del lavoro e su come le nuove tecnologie possano aiutare a creare occupazione».