A BRUXELLES, IL COMITATO ESECUTIVO EFFAT

04/11/2011

4 novembre 2011

A Bruxelles, il comitato Esecutivo Effat

Il 3 e 4 novembre a Bruxelles è stato convocato il Comitato Esecutivo di Effat (Federazione Europea per i settori degli alberghi e dei ristoranti).
La riunione doveva essere introdotta da una relazione sulle condizioni politiche della Tunisia da parte di Kamel Saad, segretario generale del sindacato tunisino UGT-FGAT, ma una serie di importanti iniziative sindacali non hanno permesso la sua presenza. Sono stati presentati alcuni documenti riguardanti il lavoro precario e in particolare una ricerca che indica i 10 punti chiave per combatterlo.
Massimo Frattini della Filcams Cgil Nazionale è intervenuto per argomentare le necessità di positive sinergie in ambito europeo per contrastare la precarietà. Nel pomeriggio del 3 novembre il Commissario Europeo all’Occupazione, Affari Sociali e Inclusione, Laszlo Andor, ha parlato del lavoro della Commissione; sono seguite domande da parte dei partecipanti e Giuliana Mesina della Filcams Nazionale ha segnalato le criticità delle proposte riguardanti la Direttiva per i Lavoratori Stagionali Migranti: la pericolosa introduzione di un doppio regime, la politica protezionistica dell’Europa e la debolezza delle sanzioni alle imprese in caso di violazione alle direttive.
Nella giornata del 4 novembre sono stati trattati i temi legati all’agricoltura, con alcune note polemiche da parte delle delegazioni spagnole e italiane circa il documento proposto dal segretariato Effat. Si è presentato poi il Piano per l’Uguaglianza di Genere, che ha ottenuto positivi commenti da parte del Comitato Esecutivo.