4 MARZO, I SINDACATI DEL COMMERCIO SI MOBILITANO CONTRO LE LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORARI COMMERCIALI SUSANNA CAMUSSO PARTECIPA ALL’INIZIATIVA DI ROMA

02/03/2012

2 Marzo 2012

4 marzo, i sindacati del commercio si mobilitano contro le liberalizzazione degli orari commerciali

Susanna Camusso partecipa all’iniziativa di Roma

La domenica non ha prezzo, il tempo libero è prezioso per tutti anche per i lavoratori e le lavoratrici del commercio” è questo il messaggio che in questi giorni è stato lanciato dalle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, la Fisascat Cisl e Uiltucs Uil in occasione del 4 marzo, Giornata Europea per le domeniche libere dal lavoro promossa dalla European Sunday Alliance – una rete di organizzazioni sindacali, associazioni civili e religiose che puntano le loro attività sul rispetto dei tempi di vita e di lavoro.

Le categorie del commercio aderiscono alla giornata, dando vita ad eventi ed iniziative che possano in qualche modo coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica. Genova, Milano, Bari, Napoli, Bologna e in tante altre città verranno organizzate feste, presidi e volantinaggi per invitare i cittadini consumatori a non fare la spesa di domenica.
La recente introduzione da parte del governo Monti del provvedimento che autorizza alla totale liberalizzazione degli orari e delle aperture commerciali ha legittimato un fenomeno già da tempo contrastato da sindacati e lavoratori.
Vengono chieste regole certe, che rispettino le esigenze dei cittadini consumatori, ma anche i diritti dei dipendenti, per la maggior parte donne, con forti difficoltà a trovare tempi e modi per conciliare concretamente vita privata e lavoro.
Le liberalizzazioni nel commercio, non creano nuovi posti di lavoro, ma esauriscono chi già c’è con turni pesanti e richieste eccessive di flessibilità.

A Roma, per l’occasione, dalle 9.30 alle 12.30, sarà organizzato un presidio davanti al centro commerciale Cinecittà 2 in viale Palmiro Togliatti al quale prenderà parte Susanna Camusso, segretario generale della Cgil Nazionale.
Durante la mattinata verranno distribuiti volantini e sarnno offerti a cittadini e consumatori, caffè e cornetti caldi, in cambio della firma della petizione “Liberi dalle Liberalizzazioni”.
Le organizzazioni sindacali, infatti, vogliono chiedere al “Presidente della Regione Lazio e al Sindaco del comune di Roma di attivare un tavolo di confronto con parti sociali e associazioni dei consumatori per pianificare le aperture domenicali e festive organizzare gli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali.”