14th Meeting of the UNI World Executive Board, Nyon 8-9 November 2011

14th Meeting of the UNI World Executive Board, Nyon 8-9 November 2011

Si riunisce per la prima volta a Nyon (Svizzera), presso la sede di UNI Global, la federazione mondiale dei sindacati dei lavoratori del settore terziario, dopo il Convegno mondiale di Nagasaki.

Partecipa in qualità di osservatore per la FILCAMS CGIL il compagno Massimo Mensi.

I lavori dell’Esecutivo internazionale di UNI Global sono stati aperti dal Presidente Joe de Bruyn che ha ripercorso l’attività sindacale di UNI nel corso del 2010/2011 e dei maggiori eventi che si sono succeduti a livello sociale.

Dopo gli adempimenti statutari, è seguita una riflessione da parte di Philip Jennings, Segretario generale di UNI Global, sulle attività congressuali di Nagasaki per arrivare a una definizione degli steps necessari per il futuro congresso .

Nel corso delle due giornate, oltre a essere rappresentate le attività di sindacalizzazione effettuate nelle diverse macro aree geografiche da parte dei propri rappresentanti, sono stati affrontati alcuni temi di primaria importanza, fra i quali quello delle Pari opportunità e uguaglianza; infatti UNI ha adottato il principio guida di avere una rappresentanza femminile nei propri organismi di ogni livello e specie di almeno il 40%, direttiva già controfirmata tra gli altri attori, da Franco Martini, segretario generale FILCAMS CGIL.

Parte dei lavori dell’Esecutivo si sono concentrati sulla definizione e realizzazione del piano strategico “Breaking Through” (trad. fare breccia) e sulla presentazione dei c.d. Accordi Globali e Regionali (intesi come macro area geografica).

Un report interessante è stato fatto da parte di Jennings, Segretario generale UNI Global, che era presente al recente summit del G20.

Sono state presentate delle sintesi relativamente alle Assemblee di UNI Asia&Pacific, di UNI Europa (già avvenute nel corso dell’anno) e delle prossime in programma e relative a UNI Americas (Messico, 2012) e UNI Africa (Nairobi, 2013).
L’esecutivo ha chiuso i propri lavori il 9 novembre presentando le richieste di affiliazione di nuove strutture sindacali e con una serie di adempimenti statutari rispetto alla materia contabile finanziaria